Maltempo, bufera di neve a Norcia. Rientri a scuola posticipati (video)

 

L’Italia nella morsa del maltempo non si arrende alla neve e al gelo che inondano copiosamente soprattutto il sud e che, specie nel Meridione, hanno bloccato i trasporti. E mentre il freddo ha provocato nelle ultime ore anche la nona vittima – di loro 6 erano clochard che dormivano all’aperto – il barometro continua a registrare temperature minime eccezionalmente basse da nord a sud, isole comprese. Basti pensare che i -6 gradi di Napoli, è stato battuto il record della serie storica relativa agli ultimi 60 anni. Registrati addirittura -9 gradi a Cosenza, -6 gradi a Potenza, -2 gradi a Sassari. Intanto a Norcia una bufera di neve si è abbattuta sulla cittadina già martoriata dal terremoto. Vediamo allora, riassunte in un rapido schema, gli ultimi provvedimenti e aggiornamenti legati al maltempo.

Ecco gli ultimi aggiornamenti sul maltempo

1) Sicilia. A causa della neve e del maltempo Fs ha soppresso alcune tratte con il treno in Sicilia, che saranno sostituite da un servizio bus. Un uomo di 78 anni, custode della chiesa di Loreto a Petralia Soprana, nel cuore delle Madonie, è morto assiderato mentre portava del cibo caldo alla sorella. Antonino Macaluso, questo il suo nome, percorreva le viuzze innevate del piccolo borgo quando ha perso i sensi per il freddo forte cadendo a terra.L’uomo è morto sul colpo.

2) Puglia. Le scuole di molte città della Puglia saranno chiuse oggi e in diversi casi anche domani: lo hanno deciso i sindaci che hanno emesso specifiche ordinanze. A Bari e Taranto stop anche domani, a Lecce, Brindisi, Barletta, Andria, Trani per il momento solo oggi. Fa eccezione, tra i capoluoghi di provincia, Foggia dove il sindaco Franco Landella ha disposto l’accensione straordinaria degli impianti di riscaldamento da ieri. Le orinanze sono state emesse anche perchè molti docenti e studenti provengono da fuori città e la percorribilità delle strade non è sicura. Oggi, peraltro, sono attese nuove nevicate, dopo la sostanziale tregua di ieri, fino a quote pianeggianti/costiere della Puglia centro-settentrionale. 

3) E a Roma, dal dicastero dell’Istruzione, il ministro dell’Istruzione Valeria Fedeli in un messaggio agli studenti pubblicato sul sito del Miur annuncia che «per alcune e alcuni di voi il rientro tra i banchi è rimandato di qualche giorno. Il maltempo che si è abbattuto sul nostro Paese ha creato qualche disagio e per questo, responsabilmente, alcune amministrazioni locali e alcuni dirigenti scolastici hanno preferito posticipare il ritorno a scuola, per evitare ogni possibile rischio»