La Guardia costiera salva una nave mercantile danese (video)

La nave mercantile Gustav Maersk in navigazione da Rijeka e diretta a Gioia Tauro, durante le manovre per lo sbarco del pilota a seguito del transito nello stretto di Messina da sud a nord, per cause in corso di accertamento, non è riuscita a riprendere la rotta, incagliandosi in località Torre Cavallo (Reggio Calabria).

La Guardia costiera e la nave mercantile

Il Centro VTS di Messina, nel corso della propria attività di monitoraggio e gestione del traffico marittimo, ha visto il pericoloso avvicinamento della nave alla costa e immediatamente ha contattato il comando di bordo al fine di richiamare la nave al rispetto delle norme previste per la navigazione nello Stretto. Il comando di bordo, dopo aver dato assenso a quanto disposto dal VTS, ha cercato di mettere in atto le misure necessarie al fine di scongiurare eventuali situazioni di pericolo, senza riuscire nell’intento. Infatti, dopo qualche minuto la nave si è incagliata.

Immediatamente la Sala operativa della Capitaneria di porto di Messina ha assunto il coordinamento delle operazioni inviando in zona due rimorchiatori portuali di stanza nel porto di Messina Grifone e Macistone e uno dal porto di Milazzo e la motovedetta CP 2088. È stato inoltre richiesto l’ausilio della Capitaneria di porto di Reggio Calabria la quale ha inviato in supporto sia la motovedetta CP 801 che pattuglie terrestri.
È stato inoltre disposto all’unità antinquinamento d’altura del gruppo Castalia Ievoli Red di raggiungere il luogo del sinistro ed effettuare un sopralluogo per valutare possibili rischi per l’ambiente marino e costiero.