Istanbul, la moglie dell’attentatore: non sapevo che militava nell’Isis

La moglie dell’uomo sospettato di essere l’attentatore di Istanbul ha detto di «non avere idea» che il marito fosse un simpatizzante dello Stato islamico. Lo ha riferito la polizia turca. La donna è stata arrestata a Konya, in Anatolia. In base alla ricostruzione fornita dalla polizia turca la coppia sarebbe arrivata a Istanbul con i due figli il 20 novembre.  Secondo la ricostruzione i due sono arrivati a bordo di un aereo proveniente dal Kyrgyzstan. Via terra avrebbero poi viaggiato fino a Konya, nella Turchia centrale, via Ankara, arrivando a destinazione due giorni dopo. La notizia è stata riportata dal quotidiano Hurriyet.

Istanbul, parla la moglie dell’attentatore

A Konya avrebbero preso in affitto un appartamento dando un anticipo di tre mesi. La donna ha raccontato che il marito avrebbe detto di aver scelto quella destinazione per cercare un lavoro. Il 29 dicembre l’uomo ha lasciato poi Konya per recarsi via terra a Istanbul. la moglie ha poi detto di aver saputo dell’attentato solo dalla televisione. Quando le autorità turche hanno diffuso le fotografie del sospetto, i suoi vicini di casa a Konya hanno chiamato la polizia e lo hanno identificato. Hanno permesso così agli agenti di arrivare nella casa della famiglia.