Immigrazione, 34 irregolari nascosti nei furgoni: arrestati due passeur

Sono stati fermati mentre trasportavano 34 immigrati irregolari nei loro furgoni, per questo un 50enne senegalese e un 40 della Guinea sono stati arrestati con  l’accusa di favoreggiamento aggravato dell’immigrazione clandestina. I due passeur, residenti in Francia, sono stati intercettati al Colle della Maddalena, nel cuneese. 

I 34 immigrati erano sbarcati a Lampedusa

L’operazione è stata condotta dai carabinieri impegnati nel servizio anti-immigrazione lungo il confine di Stato. Le persone stipate nei due furgoni, entrambi con targa francese, erano di varie nazionalità, ma tutte provenienti dall’Africa occidentale subsahariana. Quattordici erano del tutto prive di documenti di soggiorno, mentre 20 avevano provato a chiedere asilo, ma le loro domande erano state respinte. Tutti erano sbarcati a Lampedusa e poi erano stati trasferiti nelle strutture di accoglienza della Sicilia e della Calabria. Fra i passeggeri c’era anche una famiglia ivoriana con due bambine, di tre e nove anni. 

Il viaggio da Torino a Grenoble

Gli extracomunitari hanno dichiarato di essere partiti da Torino per arrivare a Grenoble, spiegando che il “passaggio” sarebbe costato un centinaio di euro a testa, ma che sarebbe stato pagato agli autisti una volta arrivati in Francia. Al termine delle operazioni d’identificazione, in attesa delle decisioni della prefettura e della questura di Cuneo per la loro espulsione o accompagnamento nei Cie, i 34 stranieri sono stati  accompagnati in una struttura d’accoglienza della Croce Rossa Italiana a Borgo San Dalmazzo. I due  furgoni, presi a noleggio a Torino, insieme a telefonini e materiale in possesso degli autisti e utile alle indagini, sono stati sequestrati.