Il freddo fa strage di clochard nelle città italiane: sette morti in pochi giorni

Messina, Avellino, Caserta, Latina. E ora anche Milano e Firenze. L’ondata di gelo miete ancora vittime tra i clochard: sette in pochi giorni. Oggi è arrivata la notiza di altri due decessi. Un clochard è stato trovato morto a Firenze. Mentre un altro è stato ucciso dal freddo a Milano. Ieri un altro morto ad Avellino. L’ultima scoperta è quella di un cadavere di un clochard polacco di 66 anni, trovato all’interno di un palazzo abbandonato in via Antegnati, nella zona sud di Milano. Il corpo è stato scoperto nel pomeriggio del 5 gennaio ma la notizia è stata comunicata solo oggi dai carabinieri intervenuti dopo una telefonata anonima arrivata al 118. Nonostante i Comuni e le associazioni si siano attivati con la distribuzione di coperte e cibi caldi qualcosa non sta funzionando.

Pochi clochard si sono riparati dentro la metro

Come si legge su Repubblica.it a Roma, dove è stata decisa l’apertura di alcune stazioni della metro per aiutare i senzatetto ad affrontare l’emergenza meteo, solo pochi clochard hanno cercato riparo. E potrebbe essere stato ucciso dal freddo, ma bisogna attendere il risultato dell’autopsia, un senzatetto di Latina trovato venerdì pomeriggio davanti alla parrocchia dell’Immacolata, a due passi dal centro della città. Il clochard, 50 anni, era in compagnia di altri due connazionali senza fissa dimora. Come si legge ancora su Repubblica circa un’ora prima della scoperta del corpo sarebbero passati i servizi sociali che hanno invitato i tre senzatetto ad andare al dormitorio per ripararsi dal freddo, ma avrebbero rifiutato.