Il branco infastidisce il fratellino di 10 anni, lui lo difende e viene massacrato

Bullismo fuori controllo, il branco in agguato. Il 2017 si apre sulla triste scia del 2016, come riportano le cronache locali venete poi rilanciate dal Messaggero online. «Un’aggressione violentissima a Mestre nata da una sciocchezza, da una presa in giro, mentre due fratelli si esibivano in uno spettacolo improvvisato di illusionismo ai tavolini di un bar. Un momento di leggerezza che si è trasformato in un dramma».

Il branco contro un ragazzino

Si sono trovati in venti contro tre: «un pestaggio vigliacco e odioso. Luca, appena maggiorenne, è stato picchiato e malmenato davanti al fratellino di 10 anni, inizialmente preso di mira dal branco che staziona davanti al Candiani, in pieno centro, a Mestre. E neanche i due amici che erano con lui sono riusciti a fermare quelle bestie, arrendendosi sopratutto alla pesante inferiorità numerica. Ed è così che il pomeriggio di inizio settimana per un 18enne mestrino si trasforma in un incubo, dal quale si risveglia in ospedale. Perché il ragazzo, sofferente di epilessia, sotto la raffica di calci allo stomaco e pugni in faccia, ha perso i sensi e ha ripreso conoscenza solo una volta giunto al Pronto soccorso». Trauma cranico commotivo è la diagnosi dei medici.. La prognosi è di una decina di giorni: riposo assoluto e un nuovo controllo, nel caso, entro 48-72 ore. «I segni della violenza sono visibili soprattutto sul volto: il labbro lacerato, le escoriazioni, gli occhi gonfi. Ma anche sull’addome con i lividi delle pedate ricevute. E ancora sulla mano sinistra che è stata calpestata più volte».