Il blitz horror dei vegani contro la “strage dei suini” a Capodanno (video)

“State mangiando il piede di un morto”….Natale di “battaglia” per i vegani che non possono tollerare chi si ciba in modo libero e conforme alle tradizioni dell’alimentazione italiana con zampone e cotechino. Così gli attivisti delle “Iene vegane” sono andati a insultare con cartelli eloquenti i milanesi davanti l’entrata di Peck, negozio di alta gastronomia molto noto a Milano, per protestare contro i banchetti ‘carnivori’ a base di zampone e cotechino tipici del Capodanno. Hanno occupato l’ingresso del negozio con una sorta di sit-in horror, mostrando ai clienti gambe insanguinate e fasciate e confezionate come fossero zamponi: uno spettacolo splatter contro “la strage di suini a Capodanno” e le nostre tavole grondanti sangue… In un video tutto da vedere e da ascoltare assistiamo alla scena surreale.

Vegani contro tutti

Il manicheismo alimentare dei vegani raggiunge punte di fanatismo insostenibili quando – non contenti che la polizia abbia loro comunque consentito di concludere la protesta – hanno cominciato ad insultare gli “infedeli” che si recavano a comperare il fatidico zampone per imbandire le tavole delle loro famiglie. “A Capodanno la strage di suini diventa se possibile ancora più feroce e numericamente cruenta. Sondaggi e interviste ci ricordano come in ogni famiglia si mangi carne e prodotti di origine animale in modo inconsapevole e compulsivo. La nostra azione può sembrare una provocazione ma è un atto dovuto in memoria degli animali che muoiono ogni giorno. Indipendentemente dall’intelligenza, sentimenti, affettività che noi riconosciamo loro: il diritto alla vita e al rispetto deve essere di tutti gli esseri sulla Terra e l’unico modo per avere giustizia in questo senso è il veganismo”, ha commentato un portavoce del movimento. Il clima di esaltazione raggiunge apici di fanatismo quando accusano il resto del mondo di nutrirsi di carne in maniera “inconsapevole e compulsiva”. Ossia i vegani sanno per certo che la maggior parte delle persone è idiota e inconsapevole e compra carne a ritmo compulsivo senza sapere perché. Roba da invasati. Come il loro linguaggio. Che ci ricorda da vicino le caratteristiche di un certo ideologismo radical-chic.