Gigi e Andrea di nuovo insieme a teatro: in scena una vita di amicizia e gag (Video)

Tornano insieme Andrea Roncato e Gigi Sammarchi: e già di per sé la notizia basterebbe ad alimentare la curiosità di chi da anni apprezza comicità e gioco delle parti, una curiosità cresciuta nelle ultime ore quando, da dietro le quinte dello show, sono state confermate nello spettacolo in scena a Roma, sinergia perfetta di tempi comici e gag esilaranti che da anni firmano il loro sodalizio artistico. 

Gigi e Andrea di nuovo insieme a teatro

E allora, il duo comico sarà in scena al teatro Golden di Roma con lo spettacolo Ci do… Che ci do… Che ci do. Vita, Torte, Miracoli, due tempi firmati da Sammarchi-Roncato per la regia di Gigi Sammarchi. I due si riuniscono dopo anni di percorsi individuali, grazie all’intervento di Christan Di Nardo, un giovane produttore teatrale della 8P Management, che li ha nuovamente riuniti sulle scene, coinvolgendoli in diversi progetti. A partire proprio da questo spettacolo che ripercorre tutta la vita artistica, e non, del duo comico: un percorso che va dalla nascita, nel senso stretto della parola, ai giorni nostri. Quarant’anni di comicità, dagli esordi con Francesco Guccini, per passare alla tv con Sandra Mondaini, fino alla parentesi Rai e al successivo grande salto sulle televisioni di Berlusconi, senza trascurare il cinema dei cine-panettoni e tanto teatro.

Dopo Roma al via una tournée in tutta Italia

Così, su uno schermo in scena alle loro spalle, tra una gag e l’altra scorrono foto, filmati, momenti della loro vita pubblica e privata: un’occasione per rivedere alcuni degli sketch che li hanno resi famosi e amati dal pubblico, mescolati insieme a altri completamente inediti e mai passati sul piccolo schermo. Lo spettacolo sarà in scena fino all’12 febbraio il venerdì e il sabato alle ore 21 domenica alle ore 16.00, per poi proseguire la tournèe in tutta Italia dove, sulle ribalte di città importanti e piccoli centri, tornerà a riviere la magia dell’intesa comica tra due amici, spalla l’uno dell’altro (e non solo a teatro).