Gasparri e Giovanardi contro Scalfarotto: «Criminalizza le opinioni»

“È  intollerabile che un membro del  governo, il sottosegretario all’Economia Ivan Scalfarotto, invochi il  codice penale per criminalizzare opinioni di semplice buon senso, come chiunque può verificare riascoltando l’intervista di Giovanardi sul Podcast di Radio Cusano Campus, rilanciando nel contempo la famigerata proposta di legge che porta il suo nome, attraverso la quale si  intende perseguire penalmente chiunque non la pensi come le  associazioni gay fondamentaliste”. Così il senatore di Forza Italia e  vicepresidente del Senato, Maurizio Gasparri e il senatore di Idea,  Carlo Giovanardi.

“Siamo noi invece a chiedere al nuovo presidente del Consiglio Paolo  Gentiloni se condivide l’opinione del suo sottosegretario – aggiungono
Gasparri e Giovanardi – e soprattutto se il suo governo intende  continuare la collaborazione con il Circolo Mario Mieli di Roma,  intitolato ad un personaggio, come abbiamo più volte denunciato in  interpellanze parlamentari, che pubblicamente sosteneva pedofilia,  coprofagia e rapporti sessuali tra padri e figli e tra madri e  figlie”.