Foggia, non è d’accordo con le cure: aggredisce il dottore e gli ruba l’auto

Neanche una sceneggiatura fantasiosa avrebbe potuto prevedere il crescendo di follia verificatasi nel posto di guardia medica di Ascoli Satriano, in provincia di Foggia, alle 5 del mattino. Un uomo si reca sul posto per sottoporsi ad alcune cure, ma ha preteso con veemenza che il medico gli somministrasse i medicinali che lui riteneva più idonei. Al rifiuto del professionista ha reagito con violenza, aggredendolo. Non solo, ma si è messo a danneggiare le suppellettili della guardia medica e, per di più, ha rubato dalla scrivania le chiavi dell’auto del sanitario. 

Foggia, l’aggressore è un pregiudicato

Il medico, nello sconcerto più totale, non se ne è accorto e  solo quando ha finito il turno notturno ha realizzato di non avere più le chiavi della sua vettura. Uscito dai locali della guardia medica ha dovuto constatare che la vettura era stata rubata. Ha chiamato i carabinieri di Ascoli Satriano che hanno prima ritrovato l’auto abbandonata a pochi chilometri dal luogo dell’aggressione e poi, dopo un giorno di ricerche, lo hanno sorpreso e sottoposto a fermo nei pressi della sua abitazione. L’uomo in questione è i Renato Scalzulli, 51 anni, pregiudicato. Era stato proprio lui ad impossessarsi dell’auto della vittima. I carabinieri, dopo un inutile tentativo di fuga, lo hanno bloccato e sottoposto a fermo di indiziato di delitto per minaccia a Pubblico Ufficiale, lesioni personali, danneggiamento e furto aggravato.