Foggia, immigrato frantuma una teca con la statua della Madonna: «Sono musulmano»

Ha mandato in frantumi con un bastone la teca contenente una statua della Madonna e ha incendiato il presepe  allestito nel cortile della parrocchia della Madonna del Rosario,  sita in via Guglielmi a Foggia. I carabinieri della Compagnia di  Foggia hanno arrestato B. M., immigraro del Gambia di 25 anni, in regola con i documenti di soggiorno, per danneggiamento, incendio e  resistenza a Pubblico Ufficiale. È  accaduto nel primo pomeriggio.

L’immigrato, inoltre, ha opposto ferma resistenza ai Carabinieri, intervenuti su segnalazione del parroco, i quali sono riusciti  comunque a bloccarlo e trarlo in arresto. L’immigrato, in preda a una visibile e accentuata alterazione psicofisica, ha motivato  il suo gesto con la sua appartenenza alla fede musulmana  e per tale ragione ha voluto distruggere i simboli cristiani. Limmigrato,  che ha agito in maniera autonoma e isolata, è stato associato nel  carcere di Foggia in attesa del giudizio di convalida.