Flynn, nuovo capo della Sicurezza: «Avremo gente che sa combattere»

Il nuovo Consiglio di Sicurezza nazionale guidato da Michael Flynn, sarà uno dei più militarizzati che la storia moderna ricordi, scrive il Washington Post, secondo cui l’ex generale vuole circondarsi non solo di persone  che conosce e di cui ha fiducia, ma proprio di suoi “ex compagni  d’arma”, perché ritiene che la scarsità di esperienza di combattimento reale della passata amministrazione sia stata la causa di decisioni politiche negative, soprattutto nella lotta al terrorismo all’estero.

“Avremo persone che hanno guardato nel mirino di un fucile”, ha spesso detto Flynn nei suoi incontri durante il periodo di transizione, ha  spiegato una fonte del quotidiano americano. Se hai vissuto la  battaglia, dai risultati migliori, è un’altra delle massime di Flynn  che porta così il Consiglio all’estremo opposto di quello di Obama, tutto incentrato sulla strategia e il pensiero accademico.

A breve, il vice presidente Pence annuncerà come consigliere per la sicurezza nazionale personale Andrea Thompson, ufficiale dell’intelligence militare in pensione dallo scorso ottobre dopo 28 anni di servizio. Altre nomine includono quella
di Dave Horan, un altro ufficiale dell’esercito alla guida della  strategia e del funzionario dell’intelligence dei Marine Robin Townley come direttore per l’Africa, l’ex ufficiale dell’intelligence dei  marine Matt Pottinger sarà direttore per l’Asia. L’ex generale Keith  Kellogg sarà capo dello staff del consiglio di sicurezza nazionale, era già stato annunciato lo scorso dicembre.

I pochi civili del Consiglio di sicurezza nazionale arrivano dritti daFox News, dove Flynn ha pescato K.T.McFarland, prossimo vice  consigliere per la sicurezza nazionale e Sebastian Gorka, che si occuperà di contro terrorismo.