Fecero esplodere un grosso petardo sotto una volante: denunciati 3 minori

Fecero esplodere un grosso petardo sotto una volante della polizia, parcheggiata davanti al commissariato. Per questo tre ragazzi di Gallipoli, tutti minorenni, sono stati denunciati per danneggiamento aggravato, detenzione illegale di materiale esplodente, accensione ed esplosione pericolosa. 

Il precedente: un petardo contro i carabinieri

L’episodio risale all’11 dicembre quando, intorno alla mezzanotte, si verificò la deflagrazione dell’ordigno rudimentale, collocata proprio sotto la volante. L’esplosione provocò diversi danni. Ma nel corso delle indagini è emerso che i tre sarebbero i responsabili di un altro episodio che si era verificato nella cittadina pugliese: tre ragazzi facevano esplodere grossi petardi in piazza Carducci; una telefonata al 112 avvertì i carabinieri che intervennero, trovando sul posto un ordigno rudimentale con la miccia accesa; mentre i militari stavano operando sul posto, tre ragazzi lanciarono un altro ordigno rudimentale, provocando «traumi acustici alla regione auricolare» a due carabinieri.

I tre hanno ammesso le proprie responsabilità

Dalle indagini sulla bomba artigianale sotto la volante è poi emerso che i tre indiziati erano gli stessi di piazza Carducci. Sottoposti a una perquisizione domiciliare,  durante la quale sono stati trovati i capi di abbigliamento indossati nell’occasione, sono stati poi gli stessi minorenni ad ammettere le proprie responsabilità per entrambi gli episodi.