Sono i droni l’ultima idea dei terroristi. Allarme dell’intelligence occidentale

Occhio ai droni. E già, ci mancavano solo i droni negli allarmi terrorismo. Si, sono i droni, ovviamente quelli giocattolo il prossimo pericolo per la nostra incolumità. I droni, gioia e stupore di bimbi e adulti, mutati e modificati in nuovi strumenti di morte. L’allarme delle intelligence di mezzo mondo (occidentale) sembra da non sottovalutare. I jihiadisti, i guerriglieri del Califfo Nero al-Baagdadi, starebbero seriamente pensando a questi mezzi-giocattolo per i loro prossimi attentati. Giocattoli di morte: ecco in cosa si trasformerebbero i droni. Gli israeliani avrebbero già avvertito del pericolo: dal mare, tra i disperati ammassati su gommoni e barconi, ci sarebbero già alcuni malintenzionati che starebbero portando sulle nostre coste dei droni già modificati. Strumenti adattati a portare cariche esplosive da far brillare a distanza tramite telecomando. E perciò ecco la nuova frontiera del terrorismo jihiadista che si materializza. Ecco che le nostre paure possono puntare su queste nuove ipotesi di attentati. L’allerta droni sarebbe già in atto da tempo. Perchè tempo da perdere proprio non ce n’è. Dopo l’uccisione a Sesto San Giovanni del terrorista che ha colpito a Berlino la certezza che l’Italia potesse essere soltanto una base logistica del terrore è venuta meno: adesso temiamo con più preoccupazione attentati anche da noi. E i droni modificati potrebbero servire allo scopo. Stare col naso all’insù non ha senso, ovviamente. Ma, di questi tempi, neppure si può sottovalutare questa ipotetica nuova minaccia. Perciò: occhio ai droni.