Dopo Roma, Venezia: turista tedesca aggredita in hotel. Fermato un marocchino

Dopo la turista svedese violentata nella notte di Capodanno a Roma in un centralissimo albergo della capitale – un caso per cui è stato fermato il 36enne portiere egiziano dell’hotel, ancora sotto interrogatorio – a Venezia una turista tedesca è stata aggredita sul pianerottolo dell’edificio che la ospitava per il weekend della fine dell’anno. L’uomo – un marocchino 25enne – ha avvicinato la sua vittima furtivamente, poi si è fatto più minaccioso e pericoloso, aggredendo la donna e tentando di violentarla.

Turista tedesca aggredita in albergo da un marocchino

Un agguato improvviso e brutale che solo il provvidenziale intervento di un cittadino veneziano, che in quegli stessi drammatici istanti stava a sua volta rincasando, ha potuto interrompere: grazie a lui, infatti, la violenza è stata sventata. E’ stato il veneziano, intorno alle 4.30, a chiamare le forze dell’ordine: rientrato a casa, infatti, l’uomo ha infilato le chiavi nella serratura del portone del palazzo, ma solo a fatica la porta si è aperta, e quando è riuscito a farsi spazio per entrare si è trovato davanti la scena del marocchino, a terra sopra alla donna, immobilizzata e sotto choc.

Salvata da un veneziano che rincasava in quel momento

Vistosi scoperto, il 25enne nordafricano è scappato per le scale dell’edificio, ma nel giro di pochi minuti sono arrivate sul posto la volante lagunare ed una ambulanza del 118. La polizia lo ha trovato nascosto nel buio, dietro un muro di cinta all’ultimo piano. Identificato e sottoposto a rilievi fotodattiloscopici, è risultato irregolare sul territorio nazionale, ed è stato fermato con l’accusa di violenza sessuale.