Clandestini, Gasparri: «Ue impotente, blocchiamo le operazioni navali»

“La deludente audizione del commissario europeo per l’Immigrazione Avramopoulos conferma la fallimentare politica dell’Ue in materia di immigrazione. Si considerano positive le iniziative dell’anno in corso, che invece hanno solo incoraggiato gli scafisti. Si vuole insomma continuare con una strategia totalmente perdente”. Lo afferma Maurizio Gasparri (Fi). “Del resto – aggiunge – se l’Europa sbaglia, anche l’Italia si limita a un apparente cambio di rotta. Ancora continuano gli sbarchi, mentre le autorità libiche hanno detto proprio in queste ore che non faranno i gendarmi dell’Europa. Questa è la risposta più chiara a chi si illude che una presunta guardia costiera libica possa arginare le partenze verso l’Italia”.

Gasparri: occorre un’inversione di rotta

“Occorre subito un’inversione di rotta. Il blocco delle operazioni navali in corso, espulsioni in massa, una svolta decisa contro i clandestini. Dobbiamo in Europa e in Italia fare scelte lungimiranti come quelle di Trump e non insistere con politiche catastrofiche come quelle imposte finora dal Pd”, conclude il vice presidente del Senato. Il commissario Ue aveva detto che “la storia dell’Europa è stata modellata dalla migrazione. E, non siamo ingenui, perché anche il nostro futuro lo sarà. Sapete bene quanti vantaggi può portare la migrazione all’Unione Europea sia sul fronte demografico che su quello dello sviluppo industriale”…

(foto Hescaton)