Bangkok, hanno strappato le bandiere. Espulsi i due giovani dell’Alto Adige

Sono stati scarcerati Tobias Gamper e Ian Gerstgrasser, i due giovani italiani altoatesini di 20 e 18 anni arrestati in Thailandia per aver avere strappato alcune bandiere nazionali. Tobias Gamper e Ian Gerstgrasser sono stati processati e condannati ad una pena pecuniaria. Come ha riferito il senatore Svp Karl Zeller, che è in contatto con la Farnesina, i due ragazzi sono ancora sotto sorveglianza della polizia. Saranno trasferiti nella capitale Bangkok, da dove saranno espulsi

I due connazionali erano stati arrestati a Krabi, nel sud della Thailandia. Dopo l’arresto erano stati costretti a scusarsi in un video. Il caso è stato seguito con attenzione anche dalla nostra ambasciata.

Il video di scuse 

Nel video di scuse i due giovani hanno detto: “Ci dispiace molto veniamo da un altro Paese in cui la bandiera non è così importante. Ci piace la Thailandia e le persone che ci vivono, non sapevamo di infrangere la legge”. I due giovani avevano compiuto il gesto di notte dopo una lite all’interno di un locale. Avevano bevuto e hanno strappato cinque bandiere all’esterno di un centro commerciale. Singolare la giustificazione dei due ragazzi, i quali hanno praticamente sottolineato che in Alto Adige la bandiera italiana non ha lo stesso valore simbolico che le bandiere nazionali rivestono in altri paesi, come è normale e doveroso che sia.