Auto sulla folla a Melbourne, non era terrorismo. I morti salgono a quattro

Si era pensato subito a un atto di terrorismo islamico, quando la folla ha visto a Melbourne un’auto investire deliberatamente delle persone. Testimoni hanno riferito che l’autista, prima di piombare sulla folla, ha dato gas e ha lanciato l’auto violentemente contro le persone assiepate sul marciapiede. Ma nelle ore successive la polizia ha appurato che non era così. Comunque è di quattro morti e di almeno 20 feriti il bilancio, ancora provvisorio, dello schianto di un’automobile lanciata deliberatamente dall’uomo che ne era alla guida contro i pedoni. Come detto, l’incidente è avvenuto a Melbourne, in Australia, in una zona commerciale, molto trafficata intorno alle 14 (ora locale) di ieri quando si è consumata la tragedia, per la quale però la polizia ha escluso eventuali legami con il terrorismo.

Il fatto avvenuto in un centro commerciale di Melbourne

A Melbourne sono in corso gli Australian Open di tennis. L’uomo è stato subito arrestato, ha riferito la Polizia dello Stato di Victoria. Si è appreso solo in mattinata della morte della quarta persona colpita oggi dall’automobile lanciata da un uomo, peraltro noto alla polizia per questioni di violenza domestica, contro un centro commerciale in una zona pedonale a Melbourne. Lo riferisce la polizia di Victoria con un post sulla sua pagina di Facebook. La polizia ha detto si sta indagando sull’incidente, ma ha ribadito ancora una volta che non è correlato al terrorismo.