Attore americano si suicida in diretta su Facebook: era accusato di stupro

Si uccide in diretta streaming perché non riusciva più a tollerare il peso delle accuse che gravavano su di lui. Come si legge su Messaggero.it l’aspirante attore americano Jay Bowdy si è sparato un colpo di pistola alla testa in auto, mentre si trovava lungo una strada di Los Angeles, durante una diretta Facebook.

Attore suicida in diretta

L’attore aveva 33 anni, era sposato e padre di 6 figli, ma recentemente era stato accusato di violenza sessuale. A vedere il filmato in diretta sono stati parenti e amici che hanno immediatamente allertato la polizia, purtroppo giunta sul luogo troppo tardi, quando il corpo di Jay giaceva ormai senza vita.

L’attore era stato arrestato  per violenza sessuale

L’uomo, come riporta il New York Daily News, era stato arrestato con l’accusa di violenza sessuale, e rilasciato il giorno successivo con una cauzione da centomila dollari. Non era comunque stato formalmente accusato del crimine. Il video della sua morte è stato rimosso dal social.