Assenti per giocare con i gratta e vinci: i “nuovi” furbetti del cartellino (video)

Cinquanta dipendenti del Comune di Giugliano (Napoli) sono indagati nell’ambito di un’indagine dei carabinieri contro l’assenteismo. C’era chi passava il badge e andava via a occuparsi di faccende private o, addirittura, a giocare con i gratta e vinci, chi ”strisciava”, anche per i colleghi assenti.

I furbetti del gratta e vinci smascherati dalle telecamere

Tutto ciò, fanno sapere i militari, emerge visionando i filmati di telecamere che i carabinieri di Giugliano in Campania avevano installato nel Comune. I militari dell’Arma hanno dato esecuzione a un’ordinanza di sospensione dall’esercizio del pubblico ufficio emessa dal gip di Napoli Nord, su richiesta della procura, a carico di 18 dipendenti del Comune di Giugliano ritenute responsabili di truffa aggravata e di falsa attestazione o certificazione in concorso. 

Lo stato delle indagini

Lo scandalo degli assenteisti del gratta e vinci fa discutere. Secondo quanto emerso dalle verifiche, in 44 attestavano o facevano attestare falsamente la loro presenza usando indebitamente il badge e inducendo in errore l’ente nel calcolo delle remunerazioni. Altri sei, responsabili di servizi di vari uffici del Comune, hanno omesso di denunciare le condotte truffaldine del personale e sono indagati per omessa denuncia.