Ancora far west a Napoli, nella notte spari a piazza Sanità: gambizzato 21enne

Ancora far west a Napoli. Ancora spari nel buio. Ancora aggressioni a soggetti inermi e indifesi colti di sorpresa. Una Napoli violenta quella che emerge – ancora – dagli ultimi episodi che la cronaca registra. E allora, spari nella notte, esplosi in Piazza Sanità, colpiscono alla gamba un 21enne che si trovava nel luogo sbagliato e nell’ora sbagliata, mentre solo poco primam nel pomeriggio, un 19enne veniva ferito con il calcio di una pistola nel tentativo di difendere due compagne di scuola da due rapinatori in azione.

Napoli violenta, spari nella notte in Piazza Sanità

Due episodi violenti a distanza di poche ore unop dall’altro: entrambi hanno come teatro di una guerra metropolitana senza esclusione di colpi: Napoli. Così, poco dopo la mezzanotte, una pattuglia dell‘Esercito impegnata nell’operazione Strade Sicure ha segnalato l’esplosione di colpi di arma da fuoco. Sul posto si è recata la Polizia di Stato senza trovare tracce di sangue o bossoli. Poco più tardi, però, all’ospedale Vecchio Pellegrini è giunto un 21enne con una ferita da arma da fuoco alla gamba. Il ragazzo – all’attivo sul suo conto piccoli precedenti di polizia – ha raccontato che si trovava in Piazza Sanità con alcuni amici quando è giunta una persona incappucciata a bordo di un ciclomotore che ha esploso colpi di arma da fuoco con una pistola. Il 21enne ha spiegato di aver tentato di disarmare l’uomo ma di aver avvertito un dolore alla gamba, rendendosi conto di essere stato ferito. L’uomo è fuggito a bordo del ciclomotore e il 21enne è stato trasportato da un amico in ospedale, dove è stato giudicato guaribile in 20 giorni.

Aggredito perché difende le compagne di scuola dai rapinatori

Solo qualche ora prima, sempre a Napoli, un 19enne veniva aggredito e ferito con il calcio di una pistola nel tentativo di difendere due compagne di scuola da due rapinatori. Tutto è accaduto in via Fosso Santo Stefano, nei pressi del liceo Galileo Galilei. Il 19enne e le due amiche, una 18enne e una 14enne, usciti da scuola sono stati avvicinati da due persone a bordo di uno scooter con passamontagna, che hanno minacciato le due ragazze costringendole a consegnare i telefonini. Il ragazzo ha reagito al sopruso e ne è nata una colluttazione, nel corso della quale è stato colpito al volto con il calcio di una pistola, poi rivelatasi a salve, in possesso dei due rapinatori. Questi ultimi, scappando, hanno esploso due colpi di pistola in aria. Sul posto la Polizia di Stato ha trovato i due bossoli sparati a salve. Ma dei due malviventi ancora nessuna traccia.

67enne scippata a Soccavo: cade e si frattura un braccio 

Storie di ordinaria criminalità: come quella subita da una donna di 67 anni, rimasta ferita cadendo dopo uno scippo a Napoli. È successo ieri (venerdì 21 gennaio ndr) intorno alle 19 in via Giustiniano, nel quartiere Soccavo. La donna è stata avvicinata alle spalle da un uomo che le ha portato via la borsa che aveva a tracolla, strattonandola. La donna è caduta ed è stata in seguito trasportata da un’ambulanza all’ospedale San Paolo, dove è stata medicata per una frattura scomposta all’omero e giudicata guaribile in 30 giorni. All’interno della borsa aveva 100 euro e i documenti.