Anche Poletti si unisce al coro contro Trump “il cattivo”: «È autarchico» (video)

Autarchia? No grazie. Il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti,  non resiste alla tentazione di unirsi al coro contro Donald Trump (fa molto trendy). «Non credo che politiche di chiusura  siano in grado di produrre crescita, se poi la riferiamo al paese come l’Italia che ha una vocazione alle relazioni commerciali sarebbe assoluamente negativo», dice Poletti dopo un leggero sospiro parlando ai giornalisti da Bruxelles dove partecipa a un convegno organizzato dalla Commissione europea. Poi cambia argomento: «Non c’è pilastro sociale se non c’è una politica economica e di bilancio coerente. Se non si fanno investimenti, se non si sostiene la crescita, il pilastro sociale rischia di essere solo la rincorsa ai problemi che deflagrano». Poletti spera che la Commissione arrivi al vertice di Roma, il 25 marzo prossimo, con proposte concrete sulla dimensione sociale delle politiche Ue. «Ci auguriamo che nel momento di un’occasione così importante il tema delle politiche sociali sia presente. Quel momento non dev’essere solo una celebrazione, ma un giorno in cui si dice in che direzione si intende andare».