All’imbarco con il tiralatte in valigia. Costretta a mostrare il seno in aeroporto

Portare con sé un tiralatte in aeroporto può procurare problemi. Almeno a Francoforte dove una donna di Singapore, Gayathiri Bose, è stata fermata per controlli proprio per questo motivo. E ha raccontato dell’umiliazione – se così vogliamo chiamarla – alla Bbc. La notizia è stata riportata dall’Agi.

Gayathiri Bose durante un normale controllo bagagli – era diretta a Parigi – è stata invitata a provare l’apparecchio che aveva con sé per dimostrare che fosse effettivamente innocuo. Il personale si è insospettito perché la donna non viaggiava con il suo bambino. 

“I funzionari hanno sequestrato il passaporto di Bose e ordinato alla trentatrenne di seguire la poliziotta in una stanza per l’interrogatorio. “Li dentro mi ha detto di aprire la camicia e mostrare il seno. A quel punto mi ha chiesto come mai non avessi nulla attaccato. Le ho spiegato che basta appoggiare il tiralatte al capezzolo e la macchina fa il resto”. Dopo che finalmente è stata lasciata libera di andare, la donna è scoppiata in lacrime. Sta valutando se denunciare o no i funzionari che l’hanno trattenuta per il trattamento ricevuto. 

 

Secondo Christian Altenhofen, portavoce della polizia federale dell’aeroporto di Francoforte, “i controlli vengono effettuati per motivi di sicurezza, in quanto il tiralatte avrebbe potuto contenere un esplosivo”.