Alfano si loda: «Noi siamo il partito del buonsenso». E vuole «l’artroscopia»

«Tra chi ha fretta e chi fa melina, io vorrei dire che noi siamo il partito del buonsenso. E per questo ritengo che ci siano alcune questioni su cui intervenire». Lo dice Angelino Alfano, a proposito delle prossime elezioni, al Corriere della sera.

Alfano: premio di governabilità alla coalizione

«Niente melina ma un intervento in artroscopia per rendere omogenei i sistemi evitando di muoversi su due platee, quella di Camera e Senato, con un articolo, due commi e sei righe»,  spiega il ministro degli Esteri. «Infine attribuire un premio di governabilità alla coalizione prima classificata sotto il 40 per cento e l’individuazione di un criterio oggettivo per una opzione ai pluri-eletti, così come richiesto dalla Corte».

«Berlusconi è a un bivio»

Ma tutto questo «siamo convinti che si possa fare in tempi rapidi». Il leader di Ncd anticipa ancora: «Al momento ci stiamo predisponendo ad andare da soli, perché questa legge non prevede alleanze. Se ci saranno modifiche valuteremo». Per Alfano, inoltre, «Berlusconi è a un bivio, dovrà chiarire se vuole rimanere nel campo dei popolari europei o se invece vuole continuare a fare patti con gli estremisti. Noi la nostra scelta l’abbiamo fatta in modo chiaro. Aspettiamo di vedere la sua».