Addio a Babette Cole, la scrittrice dei libri per bambini più venduti al mondo

La scrittrice e illustratrice britannica Babette Cole, autrice di bestseller internazionali per l’infanzia, è morta all’età di 66 anni. Era famosa a livello mondiale per i suoi libri illustrati divertenti e spiritosi, capaci di far ridere dei difetti di mamme sbadate, papà severi, sorelle vanitose e fratelli insopportabili. Tra i suoi bestseller Il libro delle puzze (Mondadori), Il libro delle cose buffe (Mondadori), Mio fratello (Franco Cosimo Panini), Mia sorella (Franco Cosimo Panini), La principessa birichina (El), E vissero divisi e contenti” (Emme edizioni), Se io fossi te (Il Castoro), Marmocchi. Manuale d’uso e manutenzione (Emme edizioni), Cupido (Emme edizioni), Un bambino perbenino (El). Babette Cole ha scritto oltre settanta libri ed è annoverata tra gli autori mondiali per l’infanzia più venduti nel mondo. Ha vinto tra l’altro la Kate Greenaway Medal, il più importante premio britannico per la letteratura infantile.

Babette Cole nei suoi racconti non fa sconti nessuno

Nata nel 1949, Babette Cole ha frequentato il Canterbury College of Art e ha passato la sua vita a raccontare e disegnare storie. Insieme alla creazione di albi illustrati e programmi per la televisione, Cole si è dedicata all’attività didattica visitando i bambini in migliaia di scuole. In Italia ha fatto scalpore per La mamma ha fatto l’uovo (Emme edizioni, 1997), un albo illustrato sulla nascita e la fecondazione in cui immagini ritenute troppo esplicite venivano sovente “corrette” o eliminate dalle insegnanti. Le sue illustrazioni sono spassose, pieni di dettagli disgustosi e senza sconti. I vecchi hanno le rughe, i bambini le caccole, le
principesse indossano le salopettes.