Abusi e molestie dal cugino, a Roma una giovane tenta il suicidio. Salvata

Vittima di molestie sessuali, si stava per lanciare dal balcone quando all’ultimo istante è stata salvata dagli agenti della polizia. Protagonista una giovane peruviana il cui cugino è stato denunciato per violenza sessuale. 

Voleva lanciarsi dal terzo piano 

Erano le prime ore del pomeriggio di venerdì scorso quando gli agenti del Reparto volanti del commissariato Fidene-Serpentara sono intervenuti dopo la segnalazione di una ragazza a ”cavalcioni” sul davanzale di una finestra del terzo piano.

I componenti delle due pattuglie, in pochi minuti sul posto, hanno cercato di instaurare un colloquio con la giovane per dissuaderla dai suoi intenti. In particolare, una poliziotta del reparto volanti, affacciata dalla finestra accanto, ha cercato di tranquillizzarla, in attesa che gli altri agenti riuscissero ad entrare dalla porta. La ragazza è stata in extremis afferrata per un braccio ed una gamba dai poliziotti, che
nel frattempo sono riusciti ad entrare.

Il racconto della giovane 

Molto agitata e scossa per la situazione, la ragazza è stata calmata per poi essere accompagnata in ospedale per accertamenti; ha infatti riferito agli agenti che alla base del suo gesto c’erano le continue molestie e gli abusi sessuali subiti dal cugino, con il quale condivideva l’appartamento insieme agli zii. Immediati sono partiti gli accertamenti per far luce sulla vicenda. Ascoltando le testimonianze dei familiari e del cugino, anch’egli peruviano e di un anno più grande, gli investigatori hanno denunciato quest’ultimo per violenza sessuale. La giovane vittima è stata affidata ad un centro d’accoglienza indicato dal comune di Roma.