Padova, maxi-multa di ventimila euro al locale di “lap dance”

Quasi ventimila euro di multa al locale Babilonia di Mestrino, un comune alle porte di Padova. Come si legge su il Mattino di Padova, oltre alle irregolarità riscontrate, una delle ballerine di lap dance, una moldava, è stata denunciata perché clandestina. Prima Le Peperine, poi New Butterfly e ora Babilonia Club, il locale di viale dell’Artigianato ogni anno cambia nome e gestione.

Il locale multato non poteva somministrare alcolici

In realtà, come si legge ancora su il Mattino di Padova, è un circolo riservato ai soli soci Asc, che può quindi somministrare alcolici solo ai tesserati per non incorrere nelle sanzioni di bar abusivo. Ma nessuno della decina scarsa di avventori, ritrovata all’interno del locale sabato notte, pareva avere la card in tasca. Il team interforze ha fatto irruzione quando all’interno del club c’erano una decina scarsa di clienti – tutti uomini abbastanza giovani – e sei ballerine. Al gestore sono state contestate diverse irregolarità: innanzitutto violazioni amministrative in merito ai tesseramenti tali da prevedere una multa da 17mila euro, irregolarità anche sulla sala fumatori (altri 660 euro), mancanza della licenza per superalcolici (mille euro), dell’autorizzazione alla diffusione sonora e degli alcoltest.