Gli vende uno smartphone, ma è una truffa. L’acquirente lo scopre e lui lo investe

La proposta di un affare imperdibile a un prezzo stracciato, la possibilità di toccare con mano e verificare  l’autenticità dell’oggetto che si sta per comprare, ma al momento dello scambio soldi-merce, scatta la truffa: al posto del prezioso smartphone, all’interno della confezione c’è solo un pezzo di legno dello stesso peso dell’oggetto del desiderio. Questa volta al truffatore, napoletano di 51 anni, non è andata come sperava ed è stato denunciato dalla polizia a Roma.

Truffa un giovane carpentiere 

All’acquirente, un giovane egiziano che si guadagna da vivere lavorando come carpentiere, proprio non è andata giù di essere stato truffato, così per diversi giorni è tornato sul posto con la speranza di rintracciare il 51enne. Ieri mattina invece, quando ormai aveva quasi perso le speranze, lo ha visto arrivare in sella ad uno scooter. E a quel punto gli ha gridato di fermarsi e di restituirgli i soldi: per tutta risposta l’uomo, dopo averlo riconosciuto, ha accelerato e
lo ha investito. Dopo lo scontro i due sono caduti a terra. Ad avere la peggio è stato proprio lo straniero che è rimasto sull’asfalto dolorante. Il truffatore invece, ha lasciato il motorino ed è
scappato. A questo punto il carpentiere ha dato l’allarme alle forze dell’ordine e sul posto sono intervenuti gli agenti del commissariato Vescovio che, soccorso il ferito, hanno ascoltato la sua storia e hanno immediatamente avviato le indagini. Dopo circa un’ora, quando ormai gli agenti erano sulle tracce del 51enne, l’uomo è tornato sul posto, nella speranza di riprendersi il motorino, affittato in una società di noleggio di Roma. Ma ad aspettarlo ha trovato i poliziotti. L’uomo è stato denunciato.