Dopo l’incendio a Nervi è ancora emergenza: fiamme vicino a Genova

Un nuovo incendio, dopo quello a Nervi, è divampato vicino a Genova. Le fiamme hanno invaso le alture del quartiere di Pegli. A causa del fumo è stata chiuso un tratto di A10, tra i caselli di Voltri e Pegli, in direzione Genova. Ci sono stati forti ripercussioni su tutta la viabilità ordinaria. Il rogo, infatti, si è sviluppato fra via Salgari e la val Varenna, vicino al passaggio dell’autostrada. In zona una famiglia è stata fatta allontanare da casa.

Incendio, rientrata l’emergenza a Nervi

Parzialmente rientrata, invece, l’emergenza sulle alture del levante genovese. L’incendio si era sviluppato ieri mattina e ha tenuto impegnati i vigili del fuoco su tre diversi fronti tra la zona di Sant’Ilario a Nervi, il monte Moro e il monte Fasce.
Difficili le operazioni di spegnimento, a causa del forte vento, che sono andate avanti tutta la notte. Nelle prime ore di oggi il vasto rogo  ha presentato ancora alcuni focolai ma è stato ridimensionato. Lunedì sera sono state sfollate tredici persone residenti in via della Fassa, che sono poi state fatte rientrare nelle loro abitazioni. Le fiamme si sono estese per un fronte di circa un chilometro: sul posto sono intervenute cinque squadre di vigili del fuoco con tre autobotti. Fino al pomeriggio sono stati operativi anche un canadair e un elicottero. Mentre in serata sono arrivati rinforzi dalla provincia della Spezia, da Alessandria, Reggio Emilia e Torino.