20 anni in silenzio. E i figli creano un “C’è posta per te” giapponese (video)

La storia di Otou e Yumi. Una sorta di C’è posta per te modello artigianale in versione giapponese. Nel tentativo (riuscito) di portare la pace tra i genitori. Anziani e orgogliosi, che per 20 anni hanno continuato a vivere sotto lo stesso tetto senza mai dire una parola. Otuo e Yumi, di Nara, in Giappone, avevano deciso di rimanere insieme nonostante tutto. Come riporta il Messaggero, il marito si era chiuso in un silenzio dal quale sembrava non avere alcuna intenzione di uscire. I tre figli non avevano mai sentito uno scambio di battute tra i due.

Otuo e Yumi, tra amore e gelosia

Si andava anvanti con qualche grugnito e, a malapena, qualche cenno con la testa. Nient’altro. Un silenzio insopportabile. Yumi è sempre stata accanto a quell’uomo, nonostante il muro che lui aveva alzato. Era geloso per le attenzioni che lei aveva dato ai figli, trascurandolo. Dopo tanti anni i ragazzi sono intervenuti. All’insaputa dei genitori, il figlio diciottenne si è rivolto a un programma televisivo che ha organizzato un incontro tra Otuo e Yumi nel luogo in cui si erano incontrati la prima volta. La speranza era che il ricordo di quei momenti felici sciogliesse il cuore dell’uomo.

Quella panchina…

E così è stato. Seduti sula panchina del loro primo appuntamento, Otuo si è rivolto alla moglie come ormai non faceva da 20 anni. «È passato un bel po’ di tempo dall’ultima volta che abbiamo parlato», ha detto l’uomo. «Eri sempre così preoccupata e così indaffarata con i ragazzi. Yumi, io so tutte le difficoltà che hai dovuto superare fino ad adesso e ti sono grato per tutto quello che hai fatto. Dopo tutto questo voglio dirti che voglio parlare di nuovo. Spero che potremmo ripartire insieme». La scena, come racconta il Messaggero, è stata commovente. Ed è stata registrata sotto gli occhi dei figli della coppia che non hanno trattenuto le lacrime.