Terrorismo, ordine d’arresto per la casalinga divenuta soldato Isis (video)

Da casalinga con tre figli a soldato del’Isis. I carabinieri del Ros hanno ricostruito in questo video che riproduciamo la metamorfosi di Valbona Berisha, cittadina albanese di 34 anni che nel 2014 è partita per la Siria dalla provincia di Lecco, portando con sé all’insaputa del padre il figlio di 6 anni. E’ la parabola della casalinga descritta in conferenza stampa anche da Alberto Nobili, capo dell’antiterrorismo milanese: Valbona Berisha, la casalinga che il 17 dicembre 2014 è fuggita in Siria, portando con sè il terzogenito, un bimbo di soli sei anni, e che ora è destinataria di un provvedimento di arresto per terrorismo internazionale firmato dal gip Manuela Scudieri su richiesta del pm Alessandro Gobbis. Nobili ha raccontato che la famiglia, di fede musulmana moderata, della donna è in Italia dal 2000 e vive a Barzago, in provincia di Lecco. Il marito è muratore e ha 13 anni più di lei. La coppia ha tre figli: al momento della fuga della casalinga le due femmine avevano 11 e 10 anni e il più piccolo 6 anni. Improvvisamente, in un contesto familiare non certo sereno, in quanto tra marito e moglie ci sarebbero stati dei contrasti, Valbona Berisha comincia a “intraprendere un percorso di radicalizzazione” e dopo una vita in un certo qual modo “laica” inizia a studiare in “modo esasperato” il Corano e viene indottrinata, via internet, da diversi imam e persone estremiste. Da lì la sua decisione di partire per contribuire alla causa dell’Isis e farsi ‘soldato’ e diventare una combattente, anche se in genere l’Isis non riserva questo compito alle donne. La 32enne casalinga albanese voleva diventasse combattente anche il figlioletto: il suo ‘obiettivo era che l’unico figlio maschio fosse un ‘futuro martire’. A denunciarne la scomparsa è stato il 18 dicembre di due anni fa il marito, il giorno dopo la scomparsa della moglie e del bambino.