Strage di Berlino, arriva la tragica conferma: Fabrizia è morta

Da giorni si attendeva la conferma e le illusioni che Fabrizia fosse ancora viva erano solo una speranza, ridotte al lumicino. Ora «la magistratura tedesca, così come ha comunicato il ministero degli Affari Esteri della Germania, ha esaurito le verifiche necessarie e purtroppo, ormai – annuncia il ministro degli Esteri, Angelino Alfano in una nota – c’è la certezza che, fra le vittime, c’è l’italiana Fabrizia Di Lorenzo». Sono affettuosamente vicino alla famiglia e ai suoi cari, condividendone l’immenso dolore», conclude il responsabile della Farnesina. «L’Italia ricorda Fabrizia Di Lorenzo, cittadina esemplare uccisa dai terroristi. Il Paese si unisce commosso al dolore della famiglia»,  scrive su Twitter il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, dopo la conferma della morte della giovane italiana. Appena ieri le parole della mamma erano state un presagio doloroso. “È un dolore troppo grande… sento che mi ha abbandonata…». E il papà, chiamato telefonicamente, aveva risposte: «Non sono in condizioni di parlare». 

“Ci stringiamo alla famiglia di Fabrizia, abbiamo pregato e sperato con loro. Oggi piangiamo l’ennesima vittima del fondamentalismo islamico”, scrive su Twitter Mara Carfagna, parlamentare di Forza Italia. Numerosi i messaggi di dolore giunti da parte di tutte le forze politiche. Tanto dolore per un vittima innocente spezzata mentre conduceva la sua vita di impegno, di svago e di affetto per i propri cari. Fabrizia si era recata al mercatino di Berlino con l’intenzione di fare gli ultimi regali ai suoi arenti ai sui amici. Il suo sorriso rimarrà indimenticabile.