Sondaggio, gli italiani bocciano Gentiloni e vogliono Renzi fuori dalla politica

Vogliono votare al più presto, aborrono il nuovo governo fotocopia e vorrebbero mettere definitivamente fuori gioco l’ex premier Matteo Renzi, facendolo ritirare a vita privata: sono due italiani su tre (il 65% degli elettori) quelli fotografati dal sondaggio di Pagnoncelli, pubblicato dal Corriere della Sera, ad essere molto ma molto scontenti della commedia messa in scena dopo il referendum del 4 dicembre.  La risposta data ai sondaggisti sul grado di soddisfazione per il nuovo – si fa per dire –  governo Gentiloni lascia intatte le profonde lacerazioni del pre-referendum, ignorate dal nuovo esecutivo. Solo il 27% degli italiani sono  soddisfatti, mentre l’insoddisfazione – il 65%- “si attesta tra l’80% e il 90% tra gli elettori dell’opposizione e prevale tra gli astensionisti e tra gli elettori di centro (due terzi). E anche tra gli elettori del Pd uno su quattro non sembra apprezzare la scelta. Il sondaggio non lascia spazio a interpretazioni, è molto chiaro.

Sondaggio, un italiano su 2 al voto al più presto

Bocciata la continuità con il precedente esecutivo. “La stragrande maggioranza dell’opinione pubblica (80%) ritiene – schive Pagnoncelli sul Corriere – che i due governi siano sostanzialmente uguali, mentre solo il 6% intravvede elementi di discontinuità. Le dimissioni di Renzi, fatto di per sé piuttosto raro, non sono bastate a dare l’impressione che si sia trattato di un vero cambiamento. Resta, quindi, il dato della volontà di andare presto al voto, a nuove elezioni il nodo principale. Dal sondaggio emerge che “gli elettori vorrebbero votare presto. Infatti, quasi un italiano su due (48%) preferirebbe andare alle elezioni il prima possibile, subito dopo la sentenza della Consulta sull’Italicum prevista il 24 gennaio, uno su quattro (25%) a giugno o al massimo settembre, dopo l’approvazione di una nuova legge elettorale, mentre solo il 16% auspica il voto a febbraio 2018, alla scadenza della legislatura”. 

Per il 45% degli italiani Renzi deve lasciare la politica

Molto significativo il benservito che la maggior parte degli italiani vorrebbe dare a Renzi.  “Il 45% ritiene che essendo stato bocciato dal voto referendario dovrebbe lasciare definitivamente la politica, il 23% è convinto che, per tornare ai vertici, dovrebbe rimanere per un po’ defilato. Per il 21%, infine, rappresenta la guida migliore per il Pd alle prossime elezioni. Quest’ultima, risulta l’opinione prevalente tra gli elettori del Pd mentre tra quelli dell’opposizione non accenna a diminuire l’ostilità nei suo confronti e si reclama una sua uscita di scena definitiva”, si legge a commento del sondaggio.

Lo chiamavano “governo di responsabilità”

Il governo parte in salita, ideato e voluto a dispetto dei segnali evidenti venuti dal voto. Gentiloni lo ha definito «governo di responsabilità», ma di certo la scelta dei ministri, la promozione di Maria Elena Boschi, la cooptazione di Lotti per un nuovo ministero e le polemiche giustamente infuocate sul basso profilo della ministra Fedeli non appaiono alla maggior parte degli italiani scelte responsabili.