Sindaco di Trieste accusato di razzismo. Ecco cosa ha detto (VIDEO)

La sinistra è insorta contro il sindaco di Trieste, Roberto Dipiazza che ha raccontato in diretta ai telespettatori di Telequattro,  una vicenda avvenuta qualche giorno fa in pieno centro. Il sindaco di Trieste ha raccontato di essere intervenuto in difesa di una donna che era stata presa per il braccio da un uomo di colore che vendeva braccialetti e libretti. Durante l’intervista a “SvegliaTrieste” condotta da Ferdinando Avarino, il sindaco si è lasciato sfuggire un termine “politicamente scorretto”, che ha sollevato un vespaio di polemiche. Ma dietro lo scivolone lessicale di Dipiazza, la sinistra si è rifiutata di guardare il problema di ordine pubblico e l’emergenza immigrati che ormai riguarda anche la città di Trieste.

Ordinanza anti-bivacco del sindaco di Trieste annullata dal Tar su ricorso di un pachistano

Nei giorni scorsi il Tar (Tribunale Amministrativo Regionale) per il Friuli Venezia Giulia ha giudicato illegittima la “ordinanza antibivacco” emessa dal sindaco di Trieste, Roberto Dipiazza, per vietare accattonaggio, capannelli di persone e consumazione di cibi e bevande all’aperto. I giudici amministrativi hanno accolto il ricorso presentato da un richiedente asilo pakistano, Nawaz Shah, per l’annullamento della sanzione di alcune decine di euro per essere stato trovato a dormire all’aperto in città.