Scuola, tre minori marocchini vessano i compagni: scattano i domiciliari

Ancora bulli in azione. I carabinieri di San Miniato (Pisa) hanno eseguito la misura cautelare della permanenza in casa nei confronti di tre marocchini minorenni. Sono accusati di stalking, estorsione e rapina nei confronti di alcuni coetanei della scuola media del Comprensorio del Cuoio. Agli arresti domiciliari sono finiti tre ragazzi di 16 e 15 anni. La condotta delittuosa riguarda anche un quarto minorenne non ancora quattordicenne e dunque non imputabile.

I tre marocchini sono accusati di sette episodi di bullismo

I tre avranno il permesso di allontanarsi da casa solo per frequentare le lezioni a scuola. Gli episodi di bullismo, secondo quanto ricostruito dai militari, sono stati sette, compiuti fin dalla primavera scorsa, ai danni di dieci coetanei. In particolare, le due coppie di fratelli si sarebbero rese protagoniste di ripetuti episodi di violenza fisica e psicologica. In un caso hanno anche estorto pochi soldi a una delle vittime e in un altro hanno rubato un orologio poi ritrovato a casa di uno dei ragazzi indagati. Le condotte sarebbero state messe in atto vicino alla scuola per affermare una sorta di leadership nei confronti delle vittime. Le indagini sono scattate bei mesi scorsi in seguito alle denunce dei familiari dei ragazzini vessati.