Salvini: “Accordo col partito di Putin. Resto segretario della Lega fino al voto”

Ritenendo «utile e probabile il voto in primavera», il consiglio federale della Lega «mi ha chiesto di rimanere segretario fino alle elezioni». Così il leader della Lega Nord Matteo Salvini, in conferenza stampa dopo la riunione del Consiglio federale della Lega. Salvini ha anche detto che durante la riunione è stata fatta una analisi del movimento. La Lega chiude il 2016 con più «iscritti, sedi, sindaci» e più «voti dove si è votato». Poi, sul governo Gentiloni. «Non rispondo ai totoministri, un governo con Alfano si commenta da solo e un eventuale ingresso di Verdini e altri residuati della Prima Repubblica si commentano da soli».

Salvini: “Stretto accordo con Russia unita”

Il segretario federale ha inoltre confermato la volontà del partito «di estendere il messaggio della Lega in tutta Italia» . Per quanto riguarda lo scenario del centrodestra in caso di voto, Salvini ha detto che il consiglio federale si è espresso a favore delle primarie per scegliere «sia il candidato che il programma», primarie alle quali «siamo pronti e desiderosi di partecipare». Salvini ha anche annunciato un accordo con “Russia unita”, il partito di Putin. Confermate le alleanze con il Front National francese e con i partiti di destra austriaco, tedesco e olandese.

Bossi contro Salvini: “Non può fare il leader del centrodestra”

«Io non glielo consiglio, è il segretario di una forza indipendentista non può essere anche leader». Così Umberto Bossi, ai cronisti che gli hanno chiesto se Salvini possa essere leader del centrodestra. «Non vorrei che la gente venisse a prendere quelli della Lega con i forconi». Il fondatore del Carroccio, che non ha partecipato alla riunione del consiglio federale, non crede in Salvini premier. «Il problema è di esperienza e conoscenza, noi abbiamo più interesse altrove, il programma è il programma. Quando tira fuori il programma Salvini, poi ne possiamo parlare».