Ruba il fidanzatino alla figlia 14enne: condannata per violenza sessuale

Sta valutando il ricorso in appello la madre che il tribunale di Alessandria ha condannato a 3 anni e 4 mesi, con l’accusa di violenza sessuale: otto anni fa, quando aveva 36 anni, avrebbe portato a letto in almeno tre occasioni il fidanzatino diciottenne della figlia all’epoca quattordicenne. La donna, che vive nel tortonese, ha sempre respinto le accuse contestate dalla procura, che aveva chiesto una condanna a due mesi in più. La vicenda, riportata in questi giorni sulle pagine locali del quotidiano La Stampa, è accaduta nel 2008 nel Tortonese. Pesante l’accusa nei confronti della madre, che in primo grado è stata riconosciuta colpevole di avere insistito più volte per incontrare il giovane fidanzatino della figlia, che si sarebbe trovato in una situazione di sudditanza senza possibilità di ribellarsi. Anche il ragazzo, in passato, è stato indagato dalla procura dei minori di Torino per i rapporti sessuali con la 14enne, ma è stato prosciolto perché ritenuto incapace di comprendere la gravità dei propri gesti.