Picchiava e stuprava la moglie da anni: ora il marito è stato arrestato

Già era stato difficile accettare quel cambiamento repentino che l’aveva trasformato da marito modello, gentile e attento, a orco violento. Ma ultimamente, poi, quelle urla. Quelle minacce. Quella violenza gratutita e reiterata in continuazione dal marito contro di lei, da 33 anni sua moglie e compagna di vita, madre dei loro 4 figli, proprio non ce la faceva più a sopportarla. Una quotidianità, quella vissuta dalla donna, fatta di botte e di stupri, di abusi compiuti con una brtualità e, quasi, un’indifferenza, che la vittima non riusciva più ad evitare e a cancellare dalla memoria. Anni di violenze inflitte dal marito alla moglie che, anche solo con i cambiamenti del corpo –  a causa dello stress subito solo negli ultimi mesi avrebbe perso  16 chili – denunciava lo stato di paura e di malessere che era costretta a vivere. Una catena di soprusi fisici e psicologici che si è finalmente spezzata ieri, dopo anni di angherie e due denunce presentate dalla donna – quando l’uomo, 58enne,  stato arrestato dalla polizia, a Milano, per maltrattamenti e violenza sessuale nel confronti della moglie 53enne.

Picchiava e stuprava la moglie da anni

È stata la primogenita della coppia, di 28 anni, a dare l’allarme quando ha sentito le urla di richioesta d’aiuto della madre, costretta per l’ennesima volta ad avere un rapporto sessuale contro la sua volontà. Gli agenti sono arrivati attorno all’ora di pranzo in via Teano, e in casa hanno trovato la donna in stato di choc e ferita, mentre il marito era seduto sul divano tranquillamente. Da quanto è stato riferito, la 53enne ha raccontato di subire violenze fisiche e psicologiche da anni. Da almeno 10 anni: ovvero da quando il coniuge ha iniziato a soffrire di depressione trasformandosi da marito modello e affettuoso a bruto violento con tutti i membri della famiglia. Per questo aveva intrapreso un percorso di cura in un centro psichiatrico che però, secondo quanto dichiarato da lui stesso alla polizia, ha sospeso di recente.

Gli abusi, le denunce, il fermo del marito

La donna, dopo aver sopportato a lungo e aver incassato oltremisura l’inferno impostole dal marito, ha sporto denuncia contro il coniuge la prima volta il 23 novembre scorso, dopo aver confidato a una collega gli stupri continui. Dopo quell’episodio gli agenti del commissariato Comasina hanno ritirato all’uomo le armi e le munizioni che deteneva in casa con regolare porto d’armi per tiro a volo. La seconda volta che si è presentata alla polizia, poi, è stata 24 ore fa alle 12.30, poco prima dell’aggressione culminata nel fermo.