Notte di Capodanno, la Spagna si blinda: misure di sicurezza speciali

Misure di sicurezza rafforzate. Le autorità spagnole lavorano per prevenire possibili attentati jihadisti. Dopo i fatti di Nizza e Berlino. controlli nelle principali città del paese. In particolare a Madrid dove duemila agenti supplementari sono stati messi in campo per il periodo di Capodanno. Ostacoli sono stati previsti per fermare possibili attacchi con camion in Puerta del Sol, nel cuore della capitale. È lì che la folla si riunisce all’ultimo dell’anno per ascoltare i 12 rintocchi della campana dell’antico palazzo della posta. Ma ci sono anche ialtre piazze sensibili.

Riflettori puntati sulla Cavalcata dei Re Magi a Madrid

Misure di sicurezza speciali sono state decise anche per la tradizionale Cavalcata dei Re Magi. Attraverserà il 5 gennaio il centro della capitale. La delegata del governo a Madrid Concepcion Dancausa ha però precisato che «al momento non sono state rilevate minacce specifiche concrete». Dall’estate del 2015 la Spagna ha innalzato al livello 4, il penultimo più alto, il grado di allerta contro il terrorismo jihadista.

Arrestati due presunti jihadisti

Ma non solo. La polizia spagnola ha arrestato a Madrid due presunti jihadisti trovati in possesso di caricatori di armi da guerra Kalashnikov AK-47. I due uomini, originari del Marocco e della Gambia, sono accusati di terrorismo e propaganda jihadista. Secondo fonti dell’indagine c’era un rischio reale che i due uomini stessero preparando una azione terroristica. È la prima volta in Spagna che presunti jihadisti sono arrestati in possesso di ari da guerra, rileva El Pais online. Da quando nel 2015 la Spagna ha innalzato al livello 4, il penultimo grado, l’allerta terrorismo islamico le forze di sicurezza hanno arrestato 175 presunti jihadisti.