Natale sicuro: sequestrati 4 milioni di giocattoli e addobbi made in China

Erano destinati a finire sotto gli alberi di Natale. Con i bambini a maneggiarli ignari dei rischi. Giocattoli, cosmetici, casalinghi. Prodotti per l’igiene, articoli per la scuola, addobbi natalizi. Ma anche cover per smartphone e articoli elettrici. Sono alcuni dei prodotti con marchi contraffatti o pericolosi sequestrati dalla Guardia di finanza in Sardegna nel corso dell’operazione Natale sicuro condotta dai comandi provinciali delle Fiamme gialle di Cagliari e Sassari.

I prodotti erano oltre quattro milioni

Complessivamente sono finiti sotto chiave quattro milioni di prodotti. Avrebbero fatto finire nelle tasche dei rivenditori otto milioni di euro. Cinque le persone denunciate, tutti cinesi. Elevate sanzioni amministrative per oltre 100mila euro e sequestrato un capannone abusivo. Particolarmente importante il blitz durante il quale è stato individuato un centro di smistamento della merce contraffatta.

Sembrava un grande discount di giocattoli

Nel capannone di 700 metri quadrati giocattoli, apparecchiature elettroniche, luminarie e tutti i prodotti, divisi per categoria merceologica, erano stati sistemati come in un grande discount. I clienti potevano girare con un carrello e scegliere i prodotti da acquistare. La maggior parte delle merce era contrassegnata con una marcatura “Ce”, prevista dalla normativa europea, contraffatta. In realtà la sigla stava per China Export e i prodotti, quindi, non avevano superato i controlli previsti per il rilascio del marchio Ce.

Sono partite subito le denunce

La titolare del capannone è stata denunciata. Stessa sorte è toccata ai quattro proprietari dei negozi ispezionati dalle Fiamme gialle di Sassari. Come nel capannone cagliaritano sono stati recuperati prodotti con marchio Ce contraffatto, o con loghi di note come case come Walt Disney e Marvel fasulle.