È morta Franca Sozzani, direttrice di “Vogue Italia” e signora della moda

È morta Franca Sozzani. Direttrice di Vogue e autentica Domina della moda, è scomparsa a Milano dopo una lunga malattia che ha affrontato e combattuto sino alla fine. Lo ha reso noto la Fondazione Istituto Europeo di Oncologia e Centro Cardiologico Monzino, di cui Franca Sozzani era presidente e animatrice. Era nata a Mantova nel 1950. Avrebbe compito 67 anni il 20 gennaio. Era ammalata da tempo, ma pochissimi sapevano. Una malattia incurabile, una di quelle per cui la Sozzani si era impegnata a combattere: dal 2013 era presidente della Fondazione Ieo, Istituto Europeo di Oncologia. Combattere contro il suo male e contro quello di tanti altri è stata la sua ultima missione. Già in autunno i più attenti si erano accorti di qualcosa che non andava, quando la Sozzani era stata vista sì a qualche sfilata, ma non a tutte, come spesso faceva. Affaticata e coi lunghi capelli biondi più corti: questo e null’altro aveva fatto trapelare. Laureata presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore in lettere e filosofia, Franca Sozzani iniziò la sua carriera lavorando per la rivista «Vogue Bambini» (rivista creata nel 1973). Nel 1980 diventa direttore responsabile di «Lei». Tre anni dopo, dirige anche «Per Lui», la versione maschile di «Lei». Fino al decesso è stata direttrice di «Vogue Italia», posizione ha ricoperto dal 1988 e dal numero di ottobre 2006 è stata anche direttore responsabile di «L’Uomo Vogue». Oltre a ricoprire queste cariche, Franca Sozzani è stata direttrice editoriale della casa editrice Condé Nast per l’Italia.