Minorenni col mitra assaltano una sala giochi a Bari: 2 arresti, si cerca 16enne

Bari choc. Protagonisti di una vicenda incredibile sono due minorenni – di 15 e 17 anni – e un ventenne, che  sono stati arrestati dai carabinieri con l’accusa di aver assaltato, armati con mitraglietta e due pistole, una sala giochi in via Napoli. Per l’assalto, che ha fruttato circa 4.700 euro, è ricercato anche un 16enne. Il “colpo” è stato messo a segno poco dopo la mezzanotte. I quattro rapinatori avevano i passamontagna calati sul volto e indossavano i guanti. Immediato l’intervento dei carabinieri che, visionando le immagini del sistema di sorveglianza, sono riusciti in pochi minuti a ricostruire le fasi dell’assalto e ad identificare i quattro. Il diciassettenne e il ventenne sono stati bloccati per strada dopo essersi sbarazzati di alcuni degli indumenti utilizzati per la rapina; il 15enne è stato arrestato a casa, dove si era rifugiato; il sedicenne risulta invece irreperibile. Sono in corso le ricerche delle armi e del bottino. 

Il rapporto: Bari è peggio di Napoli

La situazione che da anni vive Bari non si discosta molto da quella di Napoli. un’inchiesta del Corriere del Mezzogiorno, su dati elaborati dal Ministero della giustizia appena nell’ottore scorso, rendeva l’idea di una piaga -quella della criminalità minorile- in rapida ascesa. Baby gang, criminalità metropolitana, bande che scalano rapidamente posizioni nella gerarchie malavitose e approdano nei ranghi nell’arcipelago di cosche che incombe sulla città: lo scenario della devianza minorile è frastagliato. complicato, un’emergenza quotidiana.