Minaccia la ex con una pistola e si finge investigatore: denunciato

Ha molestato la ex con una pistola giocattolo per impedirle di interrompere la relazione. Più volte minacciata dall’uomo con una pistola, la donna impaurita si è rivolta alle forze di polizia. L’uomo, I.M. è stato poco dopo fermato dagli agenti. A quel punto il quarantaseienne, di origine elvetica, ha dichiarato ai poliziotti di essere un investigatore privato. Ed ha esibito un tesserino, munito di placca. Tesserino che, ad una attenta visione, si è mostrato palesemente falso. A quel punto i poliziotti di Tivoli hanno effettuato una perquisizione nella sua abitazione. Con l’obiettivo di accertare se il finto investigatore possedeva armi.

Si finge investigatore: denunciato

Nel corso delle indagini, sono stati sequestrati altri tre tesserini di associazioni delle forze dell’ordine, un lampeggiante, un paio di manette e un dispositivo di segnalazione manuale simile a quello in uso alla polizia. Inoltre, gli agenti di polizia hanno rinvenuto e sequestrato due finte pistole modello Beretta prive di tappo rosso e le relative munizioni. E anche altri due dispositivi di segnalazione manuale in uso alle forze dell’ordine. Nonché  una confezione di fascette in plastica auto stringenti. L’uomo è stato denunciato in stato di libertà per i reati di minacce, possesso di segni distintivi contraffatti e falsità materiale commessa da privato.