Maltempo sull’Italia, vento, pioggia e neve, ma a Natale torna il bello

Il maltempo non dà tregua on questi giorni. Edoardo Ferrara, meteorologo di 3bmeteo.com spiega: “L’Italia è alle prese con vortice ciclonico con piogge, vento e neve a quote basse sul Nordovest, ma da giovedì e fino a Natale torna l’alta pressione. Le Alpi centro-orientali rimarranno a secco di neve”. Non certo una buona notizia per gli sciatori. 

Vortice ciclonico sull’Italia

“Sono giornate movimentate sull’Italia a causa di un vortice ciclonico mediterraneo che porta nubi, pioggia, vento e anche la prima neve a quote basse sul Nordovest.“Non mancano situazioni localmente critiche in particolare in Sardegna, tra le più colpite dal maltempo con punte di oltre 150mm sui versanti orientali, ma piogge intense si sono avute anche tra Sicilia e Calabria. Piogge che hanno bagnato anche il resto del Centrosud e parte del Nord, sebbene ad intermittenza e in genere più deboli, mentre c’è da segnalare il vento anche forte di Scirocco e Levante in particolare tra Tirreno e Isole Maggiori, con mari agitati”.

Nevica solo in Val d’Aosta

“La neve ha abbandonato le pianure del Piemonte, non senza prima creare qualche disagio nella giornata di ieri, specie tra alessandrino, astigiano, cuneese ed entroterra ligure” – prosegue l’esperto di 3bmeteo.com – “Ora la quota neve è in rialzo, ma nevica ancora abbondantemente su cuneese, Alpi Marittime, Cozie e sulla Valle d’Aosta, con accumuli anche superiori al mezzo metro dagli 800-1000m di quota. Il divario è così netto rispetto alle Alpi centro-orientali, che soffrono invece la mancanza quasi totale di nevicate importanti e non ne vedranno almeno fino a Capodanno”.

Da giovedì fino a Natale torna il bello

 “Mercoledì il vortice si allontanerà gradualmente dall’Italia, determinando però ancora nubi con ultime piogge al Sud, Isole (ancora intense a tratti sulla Sardegna), Nordovest e sporadicamente adriatiche” – aggiunge Ferrara – “Tuttavia le condizioni sono destinate a migliorare, tanto che da giovedì tornerà l’alta pressione a riportare il tempo stabile ovunque, salvo ultimi recidivi piovaschi su Sicilia e Sardegna. Anticiclone che dovrebbe durare almeno fino a Natale con tempo discreto al più a tratti variabile al Sud e lungo le regioni adriatiche: non una buona notizia per Alpi e Appennini che soffriranno così la penuria di neve, fatta eccezione per i settori alpini occidentali”.

Il vero inverno rimane lonttano

 “Archiviata questa modesta parentesi invernale sul Nordovest il vero Inverno latita sull’Italia, che ha visto un Dicembre caratterizzato da una predominanza dell’alta pressione. Anticiclone che potrebbe perdurare almeno sino a Capodanno, anche se probabilmente verrà disturbata da aria fredda in arrivo dai Balcani sul finire del mese con qualche effetto su adriatiche e al Sud” – concludono da 3bmeteo.com.