La Torre Eiffel spenta in segno di solidarietà con i morti di Aleppo (video)

Il cessate il fuoco indetto dalle Nazioni Unite non ha retto, Aleppo è di nuovo sotto i bombardamenti, mentre i civili cercano di evacuare la città. Il genocidio sta continuando, come denunciano i superstiti di Aleppo attraverso i social network, i civili cadono sotto i colpi delle armi da fuoco mentre tentano la fuga, disperatata. L’esercito di Assad e i suoi alleati hanno ripreso a sparare per conquistare definitivamente la città, di cui ormai rimangono solo cumoli di macerie; anche la grande mosche a è andata completamente distrutta. Grande solidarietà arriva da Parigi, la città occidentale più colpita dagli attacchi dell’Isis in questi ultimi due anni, dove migliaia di persone si sono radunate in strada per gridare, basta genocidio. La Torre Eiffel è stata spenta in segno di solidarietà. conle vittime di Aleppo.