La storia choc di Anna Ruston, rapita e usata come schiava sessuale per 13 anni

Una vicenda choc, fatta di violenza. Di cruda violenza. Anna Ruston aveva appena quindici anni quando fu rapita  da un tassista di origine asiatica in Inghilterra. Per tredici lunghissimi anni fu tenuta segregata in una casa e usata come schiava sessuale. Oggi Anna Ruston ha 44 anni e ha deciso di rivelare la sua storia. L’ha fatto in un libro dal titolo Secret Slave in cui descrive i terribili abusi a cui è stata sottoposta.

La testimonianza di Anna Ruston

Sempre secondo la sua testimonianza, pubblicata dal Daily Mirror, avrebbe avuto quattro figli. Ma il suo aguzzino, identificato col solo nome di Malik, li avrebbe venduti. Una sofferenza infinita. Dopo le lunghe peripezie la ragazza, che non aveva una famiglia cui fare riferimento, era riuscita a fuggire dalla sua prigione. Anna Ruston ha scritto le sue memorie come una forma di terapia. Voleva a tutti i costi liberarsi dagli incubi del passato.

I tabloid britannici contro le autorità

Ora i tabloid britannici puntano il dito contro le autorità del Regno per non aver agito in tempo. La giovane vittima infatti finiva in ospedale a causa delle percosse del suo persecutore. La vicenda ricorda, si legge ancora sulla stampa popolare, quella di Josef Fritzl, il mostro austriaco di Amstetten che tenne per più di 20 anni prigioniera la figlia, abusando di lei.