Italiane truffate su Fb col profilo falso di un militare Usa: arrestati 6 migranti

Con falsi profili Facebook adescavano le vittime, a essere truffate sempre e soltanto donne italiane. I truffatori facevano leva sull’accattivante immagine di un alto ufficiale in uniforme dell’esercito degli Stati Uniti d’America, per ottenere da loro soldi. A seguito di una denuncia presentata da un 65enne di Vasto, i carabinieri della locale Compagnia dopo quattro mesi di indagini sono riusciti a smantellare una organizzazione criminale dedita alla commissione di truffe e riciclaggio di denaro e a identificare cinque donne vastesi truffate per circa 50 mila euro.

Truffate in chat dopo un lungo corteggiamento virtuale

Sei le persone denunciate: tre nigeriani, due uomini, N.A. di 43 anni ed E.P. (43), e una donna N.K. (30), e tre indonesiani N.S. (35), M.F. (32) e O.V. (35). Attraverso la chat iniziava con la vittima una fitta corrispondenza soprattutto contando sul fatto che dall’altra parte c’era un militare impegnato sul fronte di guerra che si invaghiva di lei e che voleva venire a vivere in Italia. Per dimostrare alla donna che i sentimenti erano sinceri il fantomatico ufficiale annunciava l’invio di un pacco contenente tutti i suoi risparmi che a suo dire ammontavano a milioni di dollari.

Cinque donne truffate per oltre cinquantamila euro

Nel frattempo, la vittima veniva contattata telefonicamente da un soggetto che si qualificava come diplomatico e amico dell’ufficiale. Il “compare” comunicava che l’involucro era bloccato in dogana. Il tranello? Occorreva pagare una determinata somma di denaro perché il plico potesse arrivare a destinazione. Da qui la richiesta di denaro che finiva su carte prepagate e conti correnti.

Per i carabinieri le donne truffate sono molte di più

Il comandante della Compagnia carabinieri di Vasto, maggiore Giancarlo Vitiello, è convinto che sia maggiore il numero delle vittime che per vergogna o per sconforto non hanno ancora denunciato di essere state anche loro vittime di analoghi episodi.