Insegnante mortifica un alunno chiamandolo “asino”: denunciata

Un’insegnante 44enne, incensurata, di una scuola primaria di Cesenatico è stata denunciata dai carabinieri per abuso dei mezzi di correzione o di disciplina. Secondo le indagini in più occasioni, nell’anno scolastico 2014-2015, l’insegnante ha preso di mira un alunno, che ora ha 11 anni, affetto da una patologia e da disturbi di apprendimento. Nel rimproverare l’alunno – hanno ricostruito i militari-  l’insegnante faceva riferimento in modo sprezzante al suo stato di salute, dicendo che “non aveva un infarto” e che non poteva comportarsi come voleva, lo mortificava ripetutamente dandogli dell'”asino“, lo minacciava che, se non si fosse presentato alle sue lezioni, sarebbero intervenuti i Carabinieri e avrebbero arrestato i genitori.

Insegnante minacciava di arrestare i genitori 

Dove non arriva il bullismo dei coetanei, purtroppo arriva la follia di certi insegnanti. In giorno si era spinta addirittura ad allontanare l’alunno dalla lezione, umiliandolo di fronte a tutta la classe, lasciandolo per un’ora da solo nello spogliatoio della palestra. Una follia. L’effetto è stato quello di procurare al bambino “un perdurante turbamento emotivo, acuito dalle proprie condizioni psico-fisiche, e un pericolo per il suo equilibrio psichico”. L’incubo per fortuna per il piccolo è finito.