I nuovi matrimoni misti? Saranno quelli tra uomini e robot. Parola di esperti

La narrativa e il cinema di fantascienza ce li raccontano ormai da tempo. Ma adesso c’è chi giura che, in tempi relativamente brevi, usciranno dal mondo del fantastico e diventaranno una realtà. Sono i matrimoni tra uomini e robot, che secondo gli esperti della Goldsmith University di Londra nel 2050 saranno all’ordine del giorno. 

La profezia della Goldsmith University

Dunque, non solo la serie tv Westworld, il film L’uomo bicentenario o l’antesignano del genere, l’italiano Caterina: le relazioni romantiche tra uomini e robot saranno una realtà diffusa e alla portata di tutti. Tanto che, pronosticano gli studiosi della Goldsmith, nel 2050 sarà legale “ufficializzarle” con il matrimonio. La profezia, riportata dalla rivista Quartz, è stata divulgata nel corso della conferenza universitaria “Love and Sex with Robots”. A parlarne è stato in particolare David Levy, considerato uno dei massimi esperti al mondo di intelligenza artificiale, che nel 2007 ha scritto un libro intitolato proprio Love and sex with robot.

Matrimoni con i robot «legali nel 2050»

«Può sembrare scandaloso perché è solo tra 35 anni. Ma 35 anni fa anche i matrimoni omosessuali erano considerati oltraggiosi, e fino agli anni ’70 alcuni Stati non permettevano a persone bianche e di colore di sposarsi», ha poi aggiunto Adrian Cheok, esperto della City University di Londra. «Le persone pensano che chiunque si sposi sia innamorato, ma in molti casi non è così. Molti matrimoni umani – ha detto ancora Choek – non sono felici, e confrontato con un pessimo matrimonio con un uomo uno con un robot sarebbe meglio».

Ma i software ancora non sono all’altezza

«La società progredisce e si evolve molto rapidamente». Ma per l’esperto, anche se i robot in circolazione attualmente non sono così simili agli esseri umani da farli innamorare, il problema da risolvere nei prossimi anni riguarda soprattutto il software, perché al momento i robot non padroneggiano abbastanza il linguaggio umano.