Falso dentista in uno studio abusivo di Bologna: non aveva la laurea

L’ennesimo caso. Un falso dentista è stato scoperto dai carabinieri del Nas di Bologna. Praticava, in uno studio abusivo nel centro della città, cure odontoiatriche a ignari pazienti. Non aveva titolo di laurea ed esercitava in un ambiente non autorizzato sotto il profilo sanitario. Tra l’altro, non garantiva nemmeno il rispetto dei requisiti minimi per la prevenzione del rischio di possibili infezioni: epatite B e C, Hiv e Tbc.

Sequestrato il locale del falso dentista

Il falso dentista è stato denunciato. Al termine degli accertamenti i militari hanno sequestrato il locale, le attrezzature sanitarie, vari medicinali, tra cui anestetici, e numerose radiografie che attestano la continuità lavorativa. Da inizio anno sono undici i falsi dentisti scoperti dal Nas a Bologna, Ferrara e Forlì, con sequestri di studi medici e attrezzature per un valore complessivo di oltre 2 milioni di euro.

Pochi giorni fa un altro caso

Proprio pochi giorni fa un altro caso. Un 54enne di Pian Camuno è finito nei guai e deve rispondere di un’accusa gravissima: esercizio abusivo della professione medica. Si spacciava per odontoiatra, eseguendo da tempo a quanto pare prestazioni da dentista, pur essendo solamente un consulente paramedico e non disponendo neppure del titolo accademico. Estrazioni, otturazioni, riparazioni e protesi dentarie venivano effettuate in uno studio di Artogne intestato a un altro medico.